In bagno e in cucina si fa la rivoluzione

Le due stanze al «centro» della casa tra fornelli a vista e aree benessere

È partito il conto alla rovescia per l’evento clou dell’aprile milanese. Tra quattro giorni, infatti, dal 16 al 21 prenderà il via il Salone del Mobile, che anche quest’anno riserva non poche sorprese. Innanzitutto il 2008 è il «turno» del Salone internazionale del complemento d’arredo (1426 espositori), di «Eurocucina» ovvero il Salone internazionale dei Mobili per cucina (141 espositori), il Salone Ufficio - Biennale internazionale dell’ambiente di lavoro (161 espositori), il Salone internazionale del Bagno (131 espositori) e, come tutti gli anni, il Salone satellite riservato alle giovani promesse del design internazionale in cui saranno presenti 570 designer di 22 scuole di tutto il mondo. Puntuale come ogni anno, ça va sans dire, il Fuori salone, che animerà la settimana milanese tra aperitivi negli show room, mostre, via Tortona in festa, e la Triennale.
Tutto è pronto, o quasi, per accogliere sotto le vele di Fuksas 270mila visitatori provenienti da 140 paesi di tutto il globo. Il Salone del Mobile, infatti, che si estende per 230mila metri quadrati nel polo di Rho Pero ospitando 2450 espositori, si è ingrandito: «Grazie all’Expo - annuncia Rosario Messina, presidente di Cosmit - sono stati realizzati due nuovi padiglioni, per una superficie di 40mila metri quadri, che permetteranno di eliminare le liste d’attesa degli espositori. Non solo, altra buona notizia è che sono stati completati tutti parcheggi intorno alla fiera e i collegamenti con la tangenziale. Raggiungere la fiera sarà più agevole, anche se il nostro consiglio è di venire al Salone in metropolitana». Quali saranno le novità principali dell’edizione targata 2008?
«La rivoluzione all’interno della casa, che passa da due stanze - spiega Messina -: il bagno e la cucina. Il bagno diventa un vero e proprio centro di benessere domestico: la vasca con l’idromassaggio, infatti, è stata superata da box doccia, che fanno idromassaggio, sauna, bagno turco e lampada - insomma una piccola spa a prezzi comunque accessibili. A mutare è anche la concezione della cucina: non più ambiente separato, la cucina si trasferisce in salotto, riunendo così in una sola stanza cucina, sala da pranzo e salone. Merito della tecnologia che permette di realizzare splendide piastre per la cottura, al posto dei fornelli, molto più belle, da ammirare appunto».
Colore è la parola d’ordine dell’abitare 2008. I toni si fanno accesi, a tratti fosforescenti, per una sferzata di energia e di vitalità: dal blu cobalto della poltrone in pelle di Monica Foester per poltrona Frau alla «Rotterdam Chair» di Hella Jongerius, dal cobalto del tavolo - scrittoio di Nendo per Cappellini all’orologio da parete «Gomitolo» di Carlo e Benedetta Tamburini. Non solo «blu dipinto di blu», coprotagonisti della rivoluzione cromatica l’azzurro, il verde smeraldo, il giallo, il rosso geranio e il viola intenso che declineranno i nuovi materiali: la pelle e la soprattutto la ceramica.
Per non perdervi tra l’arcobaleno dei padiglioni e box doccia fantascientifici seguite il consiglio di Rosario Messina: «È sempre meglio - spiega il presidente di Cosmit - studiare prima il “prospetto“ dei padiglioni per evitare di andare avanti e indietro, dopodichè potete salire sul tapis roulant che vi porterà, come fossero delle stazioni, ai padiglioni prescelti».