Via Balbi rifiuta il mercato rionale

La manifestazione di domenica scorsa, costata alla Circoscrizione Centro Est 3000 euro (uno degli investimenti più alti per manifestazioni della durata di un solo giorno), è stata l'occasione per gli organizzatori del Civ «Borgo di Pré» per avanzare la proposta di un mercato rionale da tenersi tutte le settimane in Via Balbi.
Tale ipotesi, proveniente da un Civ scarsamente rappresentativo degli esercenti della zona, sembra mal conciliarsi con la vocazione universitaria e semipedonale della strada, dopo gli importanti risultati ottenuti per la riqualificazione della strada stessa grazie all'operato dei soggetti presenti e attivi da anni sulla strada. Darebbe, inoltre, un colpo mortale alla già critica situazione del vicinissimo Mercato dello Statuto e del vicino Mercato del Carmine, ridotto ormai al lumicino come numero di banchi presenti. «Mi chiedo - afferma Luciano Gandini, consigliere di circoscrizione Centro Est per Forza Italia - se i proponenti abbiano prima consultato queste realtà, le Soprintendenze che hanno sede proprio nella strada e il Museo “Galleria di Palazzo Reale”».
L'ipotesi di chiusura della strada una mattina alla settimana, inoltre, comporterebbe gravi riflessi sulla viabilità cittadina e, soprattutto, sulla velocità del servizio di trasporto pubblico locale.