Baldoria a Trastevere con «li romani de Roma»

Musica, teatro ed enogastronomia nella kermesse che quest’anno è gemellata con la Festa dell’uva

Ariela Piattelli

«La musica e la canzone romana tra tradizione e rinnovamento»: è il tema della nuova edizione della Festa de Noantri che da domani al 24 luglio coinvolgerà vie e piazze di Trastevere. «Abbiamo inaugurato un percorso - dice Annalisa Secchi, presidente dell’Osservatorio sulla manifestazione - La filosofia che anima l’iniziativa mira a farla tornare una celebrazione “di rione” e allo stesso tempo un’occasione per avvicinare la cultura popolare. Abbiamo coinvolto varie istituzioni, che parteciperanno attivamente portando in scena spettacoli propri».
Si inizia domani alle 18 con un omaggio a Marino (è una novità il gemellaggio culturale con la Festa dell’uva), una mostra e degustazione di prodotti tipici e uno spettacolo del «Gruppo Teatro Essere di Tonino Tosto» con danze, stornelli, serenate e poesie dedicate al vino. Saranno interessati piazza Santa Maria in Trastevere, largo Anicia, il Museo di Roma in Trastevere e piazza Belli, dove si esibirà la Fanfara dei Bersaglieri alle 20.30. Domenica alle 20.30 sarà in scena «Il biondo», teatro in lingua romana moderna con canzoni e musica dal vivo. «Il Tevere racconta la sua storia: ieri, oggi, domani» è la mostra che si apre lunedì alle 19 (viale Trastevere 28), in cui protagonista è la storia del fiume. I musicisti di strada che animano i ristoranti e i vicoli del cuore di Roma si esibiranno lunedì alle 20.30. Seguirà una rassegna di canzoni, stornelli e serenate romane a cura del «Centro Studi Ettore Petrolini». Al Museo di Roma in Trastevere martedì (alle 20) si terrà lo spettacolo «La scoperta dell’America all’antica osteria», una commedia tratta dai versi di Pascarella, musicata e cantata, ambientata in una «frasca» (osteria), in cui si potrà respirare l’aria di quei posti così importanti per la vita sociale romana di un tempo. La musica sarà ancora protagonista alle 20.30 con «Roma secondo noi» (a cura del laboratorio «Il Puntino»), canzoni inedite dialettali. Mercoledì sarà la volta del gruppo «Teatro Essere», con lo spettacolo «C’erano na vorta li cantastorie» su vicende storiche e personaggi mitici (il sacco di Roma, Garibaldi, Ciceruacchio) attraverso le parole in musica dei cantastorie. Giovedì alle 20 al Museo in Trastevere il coro «Ha-Kol» eseguirà un concerto di musica liturgica ebraica che affonda le radici nel «rito romano». Un omaggio a Petrolini sarà venerdì alle 20.30 con uno spettacolo teatrale realizzato dall’Associazione «Progest 98». Molti musicisti e compositori hanno tratto ispirazione dai paesaggi di Roma per le loro opere e sempre venerdì alle 21.30 avrà luogo il concerto «La Roma dei musicisti», un percorso tra le opere di Ciaikovskj, Palestrina e Puccini. Domenica 24, infine, due eventi speciali: «Er Centro Trilussa e la Festa de Noantri» (via Anicia, ore 21), uno spettacolo di canzoni e balli romaneschi accompagnati dalla «voce de Roma» Giorgio Onorato; in piazza Santa Maria in Trastevere (21.30 «Il canzoniere di Roma», con le canzoni di Romolo Balzani. Per informazioni sugli altri eventi 06.51607969 e www.biosterra.com.