Balene: stop della caccia in Giappone

Su
pressione dell’Australia il Giappone ha deciso di rinunciare a dare la caccia
alle megattere, specie considerata a rischio

Tokyo - Primo importante risultato per fermare la mattanza delle balene nel sud del Pacifico: su pressione crescente dell’Australia il Giappone ha deciso di rinunciare a dare la caccia alle balene megattere, una specie considerata a rischio di estinzione e particolarmente amata per i suoi salti acrobatici. La decisione è stata annunciata dal portavoce del governo, Nobutaka Machimura: "Il Giappone non caccerà più le balene megattere" ha detto confermando pubblicamente notizie della tv NHK.

Da giorni si erano intensificate le pressioni del neo premier australiano Kevin Rudd per convincere i giapponesi a smettere la caccia delle balene, dopo che un mese fa per la prima volta in 60 anni il Giappone aveva annunciato che avrebbe cacciato 50 megattere tra i 935 esemplari messi come target quest’anno.