Le balene «traslocano» dal mar Ligure

Le balenottere del Mare Nostrum cambiano rotta e lasciano il mar Ligure. Le frequentatrici del blasonato Santuario dei Cetacei, il triangolo di mare tra Italia, Francia e Corsica, traslocano infatti più a largo e nuotano più in profondità ma sono anche molto più curiose. A rivelare le nuove abitudini dei cetacei che nuotano nelle nostre acque i ricercatori dell' Istituto Tethys, che dal 22 maggio, in 30 giorni di uscita, hanno percorso 3940 km a caccia di dati utili, totalizzando 88 avvistamenti.
«Da una prima analisi - ha spiegato Sabina Airoldi, responsabile del progetto Tethys - la novità sembra essere un cambiamento nella distribuzione della balenottera comune, specie che trova nel Mar ligure occidentale, uno dei più importanti siti di alimentazione dell'intero Mediterraneo». Sembra infatti che questi cetacei abbiano traslocato più al largo a oltre 2.500 metri di profondità, probabilmente a causa dello spostamento della loro preda preferita, un piccolo gamberetto (Meganictyphanes norvegica), ma pare che in compenso siano diventati più curiosi nei confronti dell'uomo.
«In vent'anni di attività di ricercatrice non mi era mai capitato di imbattermi in balenottere così curiose - ha detto Airoldi».