A «Ballarò» Le battute di Crozza fanno arrabbiare il ministro Maroni

Botta e risposta in diretta ieri sera su Raitre, protagonisti il ministro dell’Interno, Roberto Maroni, e il comico Maurizio Crozza, autore della consueta «copertina» satirica di «Ballarò», trasmissione condotta da Giovanni Floris. Il titolare del Viminale non reagisce bene al siparietto e accusa il comico genovese di insultare in maniera «gratuita e meschina». Crozza aveva commentato la presenza in studio di Maroni e del direttore di «Panorama», Maurizio Belpietro, con un’impietosa battuta: «Ma non doveva essere una puntata sul meglio dell’Italia?!». Così, appena ricevuta la parola, il ministro Maroni ha dichiarato: «Non intendo rispondere all’insulto gratuito di Crozza fatto in modo meschino. È un momento così drammatico e tragico che queste cose le lascio ai comici... ». A intervenire in difesa del comico è stato lo stesso Floris: «Ci sono i comici e la battuta non mi sembrava così sgradevole». Maroni ha comunque ricordato: «La parte migliore dell’Italia sono coloro che hanno riposto all’emergenza in Abruzzo».