Dopo il balletto Bush s'improvvisa direttore d'orchestra

Il presidente, bacchetta in mano, ha diretto una marcia al galà dei corrispondenti alla Casa Bianca

Washington - Negli ultimi mesi si è fatto ritrarre più volte impegnato a improvvisarsi ballerino, l'ultima pochi giorni fa con una band di strada a New Orleans. Adesso il presidente americano George W.Bush ha anche impugnato la bacchetta di direttore d'orchestra.

Bush ha diretto una marcetta durante l'annuale 'cena delle beffe', il gala organizzato dai giornalisti dell'Associazione dei corrispondenti alla Casa Bianca, che per tradizione fin dagli anni Venti del secolo scorso è un'occasione per il presidente e la stampa per prendersi in giro a vicenda. La banda era quella del corpo dei Marines, la stessa che giorni fa si è esibita sul prato della Casa Bianca per celebrare il compleanno di Papa Benedetto XVI.

Oltre a lanciarsi in una serie di battute sui suoi aspiranti successori John McCain, Hillary Clinton e Barack Obama, tutti assenti alla cena, Bush si è interrogato pubblicamente sul proprio futuro, visto che la fine del mandato si avvicina. Ricordando ai presenti il successo avuto da Al Gore dopo che ha lasciato la Casa Bianca, vincendo un Nobel e un Oscar (ma perdendo le elezioni contro Bush nel 2000), il presidente ha confessato ironicamente di non sentirsi all'altezza di fare altrettanto. Bush ha immaginato di poter, al massimo, scrivere un libro sull'ozio e la vita all'aria aperta.

Il gala, come ogni anno, ha attirato una parata di stelle a Washington. Oltre ai membri del governo e delle istituzioni, ai tavoli hanno preso posto tra gli altri gli attori Ben Affleck, Jennifer Gardner, John Cusack e Pamela Anderson, la cantante Ashlee Simpson, la band Jonas Brothers e lo scrittore Salman Rushdie.