Il Balletto conquista Tokio con il «Don Chisciotte»

Oltre undicimila persone hanno acclamato a Tokyo il Balletto della Scala in cinque recite del «Don Chisciotte» che hanno suscitato commenti entusiastici, a cominciare da quelli della principessa imperiale Takamado. La principessa «ha mostrato una straordinaria competenza e passione, confermando che questa fantasmagorica edizione del «Don Chisciotte» ha saputo toccare la sensibilità giapponese», ha detto il direttore del Corpo di Ballo Frederic Olivieri dopo un incontro con la cugina dell’imperatore Akihito. Per il balletto di Rudolf Nureyev su musiche di Ludwig Minkus un cast di eccezione ha accompagnato gli artisti scaligeri per la sesta presenza della Scala in Giappone (la terza del Balletto, che mancava da sette anni).