Balli e musica cubana al Parco Rosati in favore dei bambini

Già protagonisti a Ferragosto, mercoledì 6 settembre la musica, il folklore e la danza cubana tornano al parco Rosati dell’Eur, e ciò in nome della solidarietà verso tutti quei bimbi costretti a un’infanzia negata. Proprio a loro, milioni nel mondo tra orfani, minori e ragazzi di strada oppure malati, abbandonati, vittime di abusi o ancora bambini-soldato, è dedicata la nonstop televisiva di raccolta fondi «Trenta ore per la vita» (che Raidue trasmette da oggi a venerdì, tra le 11 e le 13), il cui stand sarà presente anche nel parco di via delle Tre Fontane. L’incasso dello spettacolo, che rappresenta la «tappa romana» della campagna, andrà a sostegno del Volontariato internazionale per lo sviluppo (Vis), l’organizzazione non governativa che opera con i salesiani per la cooperazione con i Paesi poveri. Oltre che un’occasione per assistere alle performance dei ballerini a ritmo di mambo, bolero, salsa e buracha, la serata sarà quindi un modo per riflettere e dare un aiuto concreto ai soggetti impegnati nei progetti per i bambini meno fortunati, dalla Thailandia al Burundi, dalla Cambogia al Congo. Sarà in particolare attraverso le favole del libro Il mondo dei Contrari che si parlerà di infanzia violata (informazioni su www.trentaore.org), e, per l’Italia, nello specifico si affronterà la questione della chiusura degli orfanotrofi, prevista dalla legge 149/2001, e delle iniziative di affido, accoglienza e sostegno. Parco Rosati, via delle Tre Fontane 24, ore 21.30, ingresso 6 euro.