Ballottaggi, a Latina trionfa Zaccheo

Finisce pari e patta tra CdL e Unione la sfida dei ballottaggi, ma il comune più importante, Latina, va come previsto al centrodestra, che si aggiudica anche Sabaudia (ma era un derby tra esponenti di centrodestra) e Ardea. Il centrosinistra porta a casa invece Tarquinia, Ladispoli e Gaeta, anche se nella città pontina in realtà il sindaco aveva solo l’appoggio dell’Unione, essendo espressione di due liste civiche. Sommando ai risultati degli «spareggi» quelli del primo turno nei comuni con più di 15mila abitanti, si ha una apparente vittoria del centrosinistra per 6-5, con il centrodestra che però si aggiudica tre delle sfide più importanti (Latina, Rieti e Civitavecchia) e il centrosinistra solo una (Frosinone) a cui aggiunge Ceccano e Sezze.
Vediamo come è andata comune per comune. Partiamo da Latina, dove in realtà la vittoria del candidato della Cdl Vincenzo Zaccheo era in qualche modo annunciata. Il sindaco uscente di An aveva infatti sfiorato la vittoria già al primo turno. Ieri la riconferma con il risultato più netto di tutta la tornata: il 62,21. Allo sfidante del centrosinistra, Maurizio Mansutti, sono rimaste le briciole del 37,79. Come detto a Sabaudia era un derby della Cdl: ha vinto Alessandro Maracchioni (Forza Italia, Udc e altre liste, oltre all’appoggio in seconda battuta dei Dl) con il 56,30 (al primo turno aveva ottenuto il 38,23). Sconfitto lo sfidante di An, Dc e altre liste Salvatore Schintu con il 43,70 (31,60). Restiamo nella provincia pontina: a Gaeta si registra uno dei due sorpassi di giornata, con la vittoria di Antonio Raimondi (liste civiche Per Raimondi e Riprendiamoci Gaeta), che grazie all’appoggio del centrosinistra ha praticamente raddoppiato i consensi raggiungendo il 56,10 (al primo turno era al 28,29). Delusione per Massimo Magliozzi del centrodestra, partito in testa con il 37,13 e salito solo fino al 43,90. In provincia di Roma come detto Ardea al centrodestra e Ladispoli al centrosinistra. Ad Ardea nuovo sindaco è Carlo Eufemi che con il 56,09 (il 27 e 28 maggio era al 47,02) ha tenuto a bada la rimonta dell’esponente dell’Unione Mauro Giordani che ha ottenuto il 43,91 partendo dal 39,80. A Ladispoli l’altro sorpasso, con Crescenzo Paliotta del centrosinistra, che ha ottenuto il 54,31 e ha scavalcato il candidato del centrodestra Piero Ruscito con il 45,69. Al primo turno Ruscito era avanti di poco (39,22 contro 36,85). Infine in provincia di Viterbo, a Tarquinia altro successo del centrosinistra con Mauro Mazzola che la spunta per soli 56 voti sul Alessandro Giulivi del centrodestra. In termini percentuali 50,27 contro 49,73. Al primo turno Mazzola era al 42,33 e Giulivi al 40,74.
«Dedico questa vittoria alla mia famiglia e alla mia città, che mi hanno sempre sostenuto», le prime parole di Zaccheo dopo avere avuto notizia della rinconferma. Zaccheo è stato festeggiato dai simpatizzanti in piazza del Popolo, sotto il palazzo comunale. «Ora - ha aggiunto Zaccheo - mi prenderò un po’ di relax dopo l’impegno di questa dura campagna elettorale. Poi continueremo a lavorare con i nostri programmi. La gente mi è vicina, nonostante le polemiche».