Balordo ventenne svaligia le poste armato di pistola

Sembra avesse non più di vent’anni il bandito solitario che ha fatto irruzione ieri verso le 13 all'ufficio postale di viale Sabotino, in zona Porta Romana. Armato di una pistola ha minacciato dipendenti e clienti urlando che gli consegnassero il denaro custodito nelle casse. Con ogni probabilità l’arma è una semplice riproduzione, ma nessuno ha voluto verificarlo. Così i cassieri hanno consegnato i soldi a disposizione: quanti ancora non si sa, perché il direttore non è riuscito a fare subito l’inventario. Erano in coppia, e armati di una roncola, i due banditi, camuffati con occhiali scuri, che qualche ora più tardi hanno razziato il supermercato «Dìperdì» di via Paravia. Non hanno parlato molto, ma dalle poche parole spiaccicate dovrebbe trattarsi di due italiani. Si sono fatti consegnare i quattrini contenuti nelle casse, non più di 350 euro, quindi sono usciti di corsa, riuscendo a far perdere le loro tracce.