Balotelli e Ibra non bastano. Thiago Motta super

GENOA
RUBINHO 6.5
Freddo davanti agli attaccanti della Juve. Solo Iaquinta, su azione, riesce a superarlo.
BIAVA 6.5
Si alterna con Ferrari e non perde mai la calma dando fondo a tutte le sue risorse.
FERRARI 6.5
L'esperienza gli fa alternare i palloni in tribuna alle uscite palla al piede. Prezioso quando c'è da ragionare nella mischia.
BOCCHETTI 5
Macchia un primo tempo perfetto con l'ingenuità che lancia Del Piero verso il rigore. E nella ripresa ne sente il peso.
MESTO 7
trascina il Genoa sulla fascia, lascia sui piedi di Thiago Motta la palla dell'1-0 poi esce per l'ennesimo intervento durissimo che gli spacca la testa. (Dal 42' pt ROSSI 7 Incontenibile quando spinge sulla destra. E il gol di Palladino è tutto suo)
THIAGO MOTTA 9
Schianta da solo il centrocampo della Juve e segna due gol. Quando rallenta un po', la Juve trova il pari.
JURIC 6.5
Inesauribile quasi fino alla fine. Unica incertezza sul 2-2, ma poi riparte subito. Permette a Thiago Motta di dettare i tempi alla squadra.
CRISCITO7
Vuole spiegare a chi lo ha lasciato andare troppo presto l'errore di valutazione che ha fatto. Ci riesce benissimo.
SCULLI 6.5
Prezioso più di quanto si possa vedere a occhio nudo. E solo un super Buffon gli nega un gol fatto (dal 34' st PAPASTATHOPOULOS 6 Non si limita a chiudere, spinge anche).
JANKOVIC 6
Non incide ma libera gli spazi in una difesa che patisce la sua vitalità (dal 34' st OLIVERA 6.5 Entra per fare a sportellate e tenere indietro Chiellini e compagnia. E dà il via all'azione del 3-2).
PALLADINO 7
Quando se ne va palla al piede è devastante. Il problema è che spesso continua palla al piede. Ma alla fine butta dentro il pallone del 3-2.
All GASPERINI 7.5
La Juve gli para dinnanzi una squadra di granatieri e lui davanti si affida alle punte agili. Gli episodi di una partita sono una cosa, il gioco un'altra. E contro Ranieri vince lui.