Balzo di Burberry a Londra

Borse mondiali a due velocità: frena ancora New York per effetto del caro petrolio, mentre confermano una maggiore vivacità le piazze europee. A Wall Street gli spostamenti di prezzo sono ancora in funzione di risultati aziendali, e ieri il balzo di Ibm (più 1,8%) è da porre in relazione all’aumento delle vendite del secondo trimestre dell’anno. In calo Hca, la maggiore catene ospedaliera americana, che perde il 7,5%. Cauti i rialzi sulle piazze europee, mentre sono sempre bene accolti i titoli che si affacciano ai listini azionari. Come nel caso di Corporation Domoestetica che a Madrid ha esordito in rialzo del 19% rispetto al prezzo di collocamento di 9,1 euro. Bene le aziende commerciali, con Marks & Spencer che a Londra guadagna il 2%; ha fatto meglio Burberry, in rialzo di quasi il 6%. Prevalenza di realizzi a Parigi che hanno colpito Casino Guichard (meno 2,5%) e Carrefour (meno 2,4%).