Balzo di Mondadori

Fine settimana sulle montagne russe per Piazza Affari. La giornata borsistica si è conclusa con limature negli indici tra lo 0,3 e lo 0,5%, ma il bilancio settimanale è pesante e, per i due indici principali (Mibtel e S&P/Mib) l’erosione è di poco inferiore al 5%. Fin dall’inizio si è assistito a una crescente volatilità, senza una indicazione di tendenza, lasciando spazio a incontrollate variazioni nei prezzi. Come è il caso dell’esordiente Bialetti, che ha chiuso in rialzo del 4%, mentre è andata peggio per Rcf Group, che all’Expandi è finita sotto il prezzo di collocamento. Nel resto del listino, giù Lottomatica (meno 2,9%) e Seat Pagine gialle (meno 2,7%); tra le banche bene Carifirenze(più 2,4%), dopo il merger con Intesa Sanpaolo. Contrasti su Marzotto (meno 2,5%), che ha favorito il rimbalzo di Linificio (più 3%), dopo l’accordo raggiunto ieri. Significativo risveglio per Mondadori (più 4,1%), ma sospesi i titoli Sirti, in vista dell’Opa.