Bambini obbligati a fumare per vincere la lotteria

Ho Chi MinhIn Vietnam la povertà e la superstizione minacciano i bambini, obbligati dal padre a fumare in base ad una credenza popolare secondo cui i numeri vincenti della lotteria appaiono nel filtro delle sigarette, se consumate da un’anima innocente. Accade, secondo quanto riferito dai media locali, nella provincia meridionale di An Giang. La pratica è una conseguenza del furore collettivo legato alla mania del gioco e nel vero e proprio culto della lotteria statale, che raggiunge i massimi livelli nel villaggio di Phu Hoa. Bambini di neanche cinque anni sono obbligati a fumare nella speranza che gli spiriti, attraverso il mozzicone delle sigarette, rivelino la combinazione vincente del concorso.