Bambino di 10 anni e bimba di 29 mesi trovati in un cassonetto tra l’immondizia

Nascosti in un cassonetto, coperti da cartoni e fogli di giornale. La polizia stradale ieri ha trovato un bambino di 10 anni e una piccola di 29 mesi seduti in un contenitore per l’immondizia, in piazza Pascali, nel quartiere Tor Sapienza. È accaduto quando erano da poco passate le 18. Guido Martino, funzionario della Polstrada in borghese, nel corso di un controllo in zona ha notato un uomo e una ragazza, seminascosti vicino al container.
L’uomo, di 52 anni, romeno, ha mostrato immediatamente una patente, risultata poi falsa, e ha raccontato al poliziotto di essere il padre della giovane, di 16 anni, che aveva accanto e del ragazzino di 10.
Mentre stavano controllando i documenti, però, i poliziotti hanno sentito rumori e movimenti all’interno del cassonetto. Aprendolo la sorpresa. I due piccoli erano in buone condizioni, ma la bambina è stata accompagnata ugualmente all’ospedale Sandro Pertini per accertamenti. Più tardi la sedicenne, ha raccontato che la piccola di 29 mesi era sua figlia e che tutti e quattro erano arrivati in giornata a Roma con un treno da Torino. Agli investigatori della squadra giudiziaria ha spiegato anche che erano scappati dal Piemonte perché volevano rapirla e, giunti a Roma, stavano tentando di mettersi in contatto con alcuni parenti che vivono nella capitale. Sorpresi da un violento acquazzone, però, con il padre avrebbero messo i due bambini nel cassonetto per ripararli dalla pioggia. Nel container, in effetti, sono stati trovati borsoni con gli effetti personali di tutti e quattro, i loro documenti, il biberon e tutto il necessario per il neonato.