Bambino cianotico salvato via telefono

Un bimbo di due anni colpito da una crisi convulsiva è stato salvato ieri dalla madre grazie alle indicazioni di soccorso fornite per telefono da un’operatrice del 118 in servizio nella sala operativa della questura di Roma. La donna, infatti, quando ha visto il figlio cianotico ha chiamato impaurita il 113 e, mentre attendeva l’arrivo dell’ambulanza, l’operatrice le ha detto di somministrare al piccolo la tachipirina, di misurare spesso la temperatura corporea e di tamponare la fronte con una borsa del ghiaccio. Quando il bimbo è, poi, giunto al Sandro Pertini, le sue condizioni non erano più disperate.