Bambino Gesù, nasce il consorzio che sperimenta nuove cure per debellare le cellule tumorali

I tumori rappresentano la prima causa di morte per malattia nei bambini di età inferiore ai 14 anni. Purtroppo, per alcune tipologie di tumore e di leucemie, i trattamenti in uso non decretano la guarigione del paziente.
Da qui nasce l’esigenza di creare farmaci anti-tumorali, concepiti ad hoc per il recupero dei pazienti più giovani.
Nel campo della terapia antitumorale, l’Unità di Oncologia pediatrica del Policlinico Gemelli, diretta dal prof. Riccardo Riccardi, promuove da anni la ricerca preclinica e la sperimentazione clinica di nuovi composti antitumorali, lavorando in sinergia con i più importanti centri europei.
Da questa collaborazione internazionale è nato il Consorzio europeo Innovative Therapies for Children with Cancer (ITCC).
«L’obiettivo che il Consorzio ITCC si propone - spiega Riccardi - è svolgere valutazioni precliniche di nuovi composti antitumorali atti alla guarigione dei tumori nell’età adolescenziale, con studi di fase I e II di nuovi preparati antineoplastici e con ricerche transnazionali nell’ambito degli studi clinici, al fine di migliorare le metodologie di sviluppo dei farmaci».