Bambino Gesù Riacquista la vista con la neurochirurgia

Due interventi neurochirurgici per la risoluzione di patologie gravi sono i primi risultati concreti della collaborazione attivata dall’ospedale pediatrico Bambino Gesù con uno dei più accreditati esperti mondiali del settore, il professor Olivier Delalande (Neurochirurgo pediatra della Fondation A. Rothshild di Parigi). Lo rende noto l’ospedale romano. È stato operato con successo- un bambino di appena 15 mesi, affetto da una grave forma tumorale localizzata nei ventricoli cerebrali che aveva determinato un ridotto accrescimento somatico, un incremento cronico della pressione intracranica e una grave alterazione delle funzioni visive (fino alla quasi totale cecità). Il bimbo, che già a poche ore dall’intervento aveva cominciato a mostrare qualche risposta agli stimoli luminosi, dopo 24 ore iniziava già a riconoscere i volti dei genitori. Poche ore prima, nel quadro dello sviluppo operativo riferito al trattamento neurochirurgico dell’epilessia farmacoresistente e delle patologie oncologiche cerebrali elettive, era stato realizzato con successo il trattamento chirurgico di un bambino di 7 anni, da tempo affetto da una devastante sindrome epilettica resistente ai farmaci.