Bambino travolto: arresti domiciliari per l’automobilista

È rimasto in carcere meno di tre giorni Marzio Sai, l’uomo che venerdì scorso ha travolto ed ucciso Davide Bressan, il bambino di 9 anni d’età che rincorrendo il pallone in mezzo alla strada ha perso la vita. Il gip ieri gli ha infatti concesso gli arresti domiciliari. I suoi legali avevano chiesto la riammissione completa in libertà, e ora annunciano la volontà di ricorrere al Tribunale della libertà, sottolineando anche come Sai versi in un pesante stato confusionale dal quale non si è più ripreso dal momento dell’incidente. L’uomo era già stato condannato per guida in stato di ebbrezza nel 2001.