Banca dati e pratiche più veloci Nuovo call center per i cimiteri

L’assessore Gallera abolisce il vecchio servizio e introduce un nuovo centralino automatizzato: «Smaltirà otto richieste su dieci al costo di una telefonata urbana»

Risparmiare tempo e denaro con il nuovo numero telefonico dei servizi funebri e cimiteriali. Con una semplice telefonata urbana, al posto del più dispendioso 199, da oggi sarà possibile accedere al servizio automatizzato messo a diposizione dall’assessorato per consentire il disbrigo di tutte le pratiche amministrative fissando direttamente un appuntamento con gli uffici di via Larga.
Costi ridotti, dunque, e la garanzia di una risposta precisa digitando lo 02/884.62474 attivo ventiquattr’ore su ventiquattro. Un progetto pilota, destinato a essere copiato da altri settori, ma anche da altre amministrazioni, quello inaugurato dall’assessore di Palazzo Marino Giulio Gallera. «Con il call center - spiega - abbiamo concluso il percorso realizzato in questi anni utilizzando le innovazioni tecnologiche per facilitare i rapporti dei cittadini con l’amministrazione. Un altro strumento fondamentale se si pensa che il nostro settore invia ogni anno ben 11mila lettere solo per le riesumazioni o il rinnovo della concessione per le cellette. Abbiamo cercato di realizzare un sistema efficiente ed economico al servizio dei cittadini. Che ne hanno ancor più bisogno in momenti così difficili come la scomparsa o la riesumazione di un congiunto».
Il nuovo servizio informatizzato («Sistema diParola®») è una piattaforma vocale interattiva ideata per fornire informazioni e consentire il disbrigo delle pratiche amministrative. Funerali, acquisto di una celletta ossario o cinerario prima delle esumazioni ordinarie (dopo 10 anni di sepoltura in campi inumativi), rinnovo delle cellette e dei colombari prossimi alla scadenza o già scaduti e prossimi alla procedura di estumulazione. Tutte operazioni che coinvolgono ogni anno migliaia di persone che, dopo essere state raggiunte dall’apposita lettera di avviso del Comune, devono fissare un appuntamento con gli uffici di via Larga. Il sistema automatizzato, comunque, non sostituirà completamente il servizio diretto con l’operatore, cui si può accedere in ogni caso. Permette però, se usato, di avere in tempi brevi le informazioni più generiche, velocizzando il servizio sia per l’utente che per gli operatori comunali. Si calcola infatti che il servizio arriverà a smaltire circa l’80 per cento delle richieste, lasciando il 20 per cento delle domande più articolate all’intervento diretto degli operatori comunali. Durante la prima telefonata, con la quale è stato fissato un appuntamento con gli uffici, è richiesta l’indicazione di un numero di telefono dove rintracciare l’utente. Nei contatti successivi, utilizzando il numero rilasciato, il sistema riconosce l’utente dal numero di telefono e fornisce un promemoria degli appuntamenti già fissati in agenda, ricordando i documenti che dovranno essere portati all’appuntamento, la sua data e l’ora. Il sistema permette anche la segnalazione di reclami e la loro classificazione automatica a seconda della tipologia.