Banca e usura sono uguali per le «Iene» Luca e Paolo

Luca Bizzarri e Paolo Kessisoglu in Tandem erano simpatica sorpresa; in Mambo sono stati simpatico bis. Ora, con ...E se domani di Giovanni La Pàrola, sommano i loro limiti all’indecisione del regista fra chiave comica e drammatica, così non si ride né si piange: ci si annoia. Bizzarri & Kessisoglu non sanno più trovare una buona sceneggiatura: quella di ...E se domani è debole al punto di non trovare un «padre»: cartella-stampa e manifesto citano il soggettista in Armando Cillario, ma non lo sceneggiatore. Che i due coincidano? Un certo accentramento si coglie del resto dal fatto che il personaggio dell’avvocato (Kessisoglu) si chiama «Cillario»... Unico pregio del film è dire che banca e usura sono quasi sinonimi. Lo scopre il personaggio di Bizzarri, che se la prende tanto da sequestrare la direttrice della filiale (Mita Medici) dove lui è finito col conto in rosso per la chioma nera di Sabrina Impacciatore, che merita - anche lei - migliori occasioni.

...E SE DOMANI di Giovanni La Pàrola (Italia, 2005), con Luca Bizzarri, Paolo Kessisoglu. 89 minuti