Banca Inghilterra alza i tassi per l’inflazione

La Banca d'Inghilterra ha alzato ieri il tasso di riferimento di 25 punti base al 5%, in linea alle attese di mercato e analisti. All'origine del provvedimento, la rapida espansione dell'aggregato monetario e crescenti pressioni sui prezzi al consumo. «L'economia britannica ha registrato il quarto trimestre consecutivo di crescita robusta. Le spese delle famiglie sono volatili ma il quadro di fondo sembra quello di una moderata espansione», si legge nel comunicato che accompagna la decisione sui tassi. Secondo l'istituto l'inflazione, che viaggia già oltre il target del 2%, è destinata ad accelerare ulteriormente nel breve termine per poi rallentare. I tassi sono tornati al livello più elevato da settembre 2001, un punto e mezzo oltre il record negativo da 48 anni toccato nel 2003.