Banca Mediolanum sul podio

Il contesto di mercato resta complesso ma qualcosa sembra cominciare a muoversi. Nel senso che, pur perdurando la forte avversione a investire da parte delle famiglie italiane, all'interno delle diverse tipologie di canali di distribuzione dei fondi c'è qualcuno che torna alla raccolta netta mensile positiva. Per esempio, tra le grandi reti di promotori, oltre a Banca Mediolanum (39 milioni di raccolta netta mensile) che è restata in attivo in tutto i 2008, figurano anche Banca Fideuram (425 milioni) e Banca Generali (33 milioni). Tra i gestori esteri che operano in Italia, JPMorgan asset management (162 milioni), Ing Direct (9 milioni) e State Street global advisors (35 milioni) sono in attivo a novembre mentre Ubs (meno un milione) e Credit Suisse (meno 12 milioni) ci sono andati vicino. Tra le società di gestione di emanazione bancaria si è distinta in novembre Optima della Popolare Emilia Romagna (un milione) tra le Sgr indipendenti spicca il gruppo Banca Leonardo (16 milioni). Il mercato, tuttavia, resta ancora influenzato dagli ingenti deflussi mensili provenienti dalla clientela delle grandi banche come il gruppo Intesa Sanpaolo e Unicredit.