Banca Mps cede quota in Parmalat

Banca Mps ha ceduto la sua partecipazione nella Parmalat pari a circa lo 0,55% del capitale dell’azienda di Collecchio (oltre 9,1 milioni di azioni). In una nota, l’istituto senese afferma che l’operazione, realizzata ieri sul mercato dei blocchi, rientra nel quadro del processo di razionalizzazione delle partecipazioni di minoranza. La partecipazione in Parmalat era pervenuta alla banca dopo l’approvazione della proposta di concordato presentata nell’ambito della procedura di amministrazione straordinaria dell’azienda alimentare. Ieri, intanto, è arrivato il giudizio «positivo» della Fondazione Mps sul nuovo piano industriale triennale della Banca, presentato nei giorni scorsi dai vertici dell’istituto (il presidente Mussari e il direttore generale Vigni) alla deputazione generale e amministratrice della Fondazione guidata dal presidente Gabriello Mancini e dal direttore generale Marco Parlangeli. Il piano, si legge in un comunicato, è «coerente» con le richieste avanzate dall’azionista nel corso dell’ultima assemblea di bilancio e «getta le basi per la crescita ulteriore di Mps affinché la banca sia sempre più un modello di efficienza», scrive la Fondazione.