BANCA POPOLARE DI MILANO

Il cdg di Bpm, presieduto da Andrea Bonomi, dopo 4 ore di riunione ha fissato il prezzo unitario dell’aumento di capitale da 800 milioni a 0,3 euro. Il supersconto si aggirerà attorno al 40% (e non al 30 ipotizzato) rispetto al Terp, il prezzo teorico ex diritto del titolo (ieri ha chiuso a 1,62 euro, con un +3,58%). Investindustrial del presidente Bonomi è intenzionata a investire circa 150 milioni di euro, il Crédit Mutuel un centinaio. Il consorzio di garanzia è capitanato da Mediobanca. In attesa dell’ok della Consob e del roadshow, si possono fare alcune valutazioni. Con circa 2,66 miliardi di nuove azioni in circolo, il capitale sociale sarà composto da oltre 3 miliardi di titoli con un effetto diluitivo sugli utili di 6,4 volte. Se Bpm si attestasse sulle recenti quotazioni, per conservare il proprio rendimento gli attuali soci dovrebbero investire una cifra vicina agli 1,9 euro per ogni vecchia azione.