Banca Prossima, arrivano le fondazioni

Compagnia di Sanpaolo, Cariplo e Cariparo avranno il 40% dell'istituto del gruppo Intesa Sanpaolo specializzato nel terzo settore. Entro l'estate il riassetto

La Compagnia di Sanpaolo, la Fondazione Cariplo e Cariparo entreranno nel capitale di Banca Prossima, l'istituto del gruppo Intesa Sanpaolo dedicato al terzo settore, con una partecipazione complessiva vicina al 40 per cento. «Credo che la Compagnia di Sanpaolo e Cariplo avranno quote uguali, mentre Cariparo avrà una quota leggermente inferiore», ha precisato il presidente della Fondazione Cariplo, Giuseppe Guzzetti. L'operazione «è in via di definizione, dipende dai consigli delle fondazioni e dalle decisioni che prenderanno», ha aggiunto l'amministratore delegato di Banca Prossima, Marco Moranti specificando che il riassetto è prevista entro la fine dell'estate.
Il gruppo Intesa Sanpaolo manterrà comunque la maggioranza assoluta del capitale di Banca Prossima che intanto ha lanciato l'iniziativa "In Volo". Questo progetto, nato da un accordo con il Coordinamento regionale dei centri di servizio (Csv) e il Comitato di gestione del fondo speciale per il volontariato (CoGe), mira a concedere erogazioni fino a 20 milioni di euro a tassi favorevoli alle organizzazioni di volontariato che chiederanno un finanziamento. «Il mondo del no profit non potrà che avere un ruolo sempre più importante - ha detto l'amministratore delegato di Intesa Sanpaolo, Corrado Passera - se c'è una lezione che il mondo deve imparare è che non c'è crescita sostenibile senza coesione sociale». L'accordo prevede un fondo di garanzia da 3,6 milioni costituito e gestito da Csv e Coge che consentirà di evitare la richiesta di garanzie personali e di praticare tassi il più convenienti possibili. Banca Prossima valuterà i bisogni finanziari e l'erogazione dei finanziamenti. Potranno accedere a "In volo" tutte le organizzazioni lombarde attive da almeno due anni. I finanziamenti potranno coprire diverse voci di spesa, dall'anticipo di contributi all'acquisto di beni, ai nuovi servizi.