Al Bancarella vince il medioevo

Da trenta a cinque e da cinque a uno, a Gola Mater Amatissima. Il libro di Ida Li Vigni e Paolo Aldo Rossi per De Ferrari ha vinto la prima edizione del Bancarella Cucina a Pontremoli (Massa Carrara). Ha superato L’amore goloso di Roberta Schira, Allan Bay e Alfonso Signorini edito da Ponte delle Grazie. Quindi Muscoli, storie e ricette di cozze... di Salvatore Marchese per Res, Teatro e maccheroni di Elio Palombi per Grimaldi e La piadina romagnola tradizionale di Graziano Pozzetto per Panozzo. Come ricorda il comunicato stampa, «Gola Mater Amatissima fa la storia dell’alimentazione e dell’arte culinaria dall'età tardo-classica a quella medievale. Accanto alla riproduzione di numerose ricette tratte dalle fonti documentate dell'epoca, ricostruisce anche la controversa storia dell'idea di gola, da ostentazione di lusso a vizio capitale, da puro piacere di stare a tavola a trasgressione sociale». Stesso evento, è stata premiata Elena Spagnol, autrice di perfetti manuali di cucina per uomini e donne di casa che vogliono far star bene amici, amori e parenti. Ha ricevuto il premio intitolato alla memoria di Baldassarre Molossi, squisito gastronomo e a lungo direttore della Gazzetta di Parma.