Bancarelle, tombola, specialità trentine e arrampicata: nel quartiere Isola al via la festa della «Fiera educata»

Stanchi dei soliti Oh Bej Oh Bej? E pensate che sia troppo inflazionata la Fiera dell'Artigianato? Non scoraggiatevi. Quest'anno per il ponte di Sant'Ambrogio e dell'Immacolata, Milano ha deciso di sorprendere i suoi cittadini con un appuntamento che non è sulla stessa agenda di quelli tradizionali.
Questa mattina alle dieci e domani, la banda sveglierà una porzione consistente di cittadini milanesi inaugurando la prima edizione de «Il quartiere Isola in gioco», organizzata dall'associazione Commercianti e artigiani «BottegheIsola» e patrocinata da Maurizio Cadeo, assessore all'Arredo urbano del Comune di Milano. Da via Borsieri a piazza Minniti, da via Pollaiuolo a piazzale Lagosta, un'intera zona caratteristica della vecchia Milano, densa di botteghe polverose come di negozietti stravaganti, animata da artisti e musicisti di strada, per l'occasione farà da cornice ai variegati eventi in programma.
Ospite d'onore per la prima edizione è la Regione del Trentino. Grazie al gemellaggio con la Val Rendena, non saranno garantite solo degustazioni di ottimi vini e formaggi derivati dal latte della Griglia Alpina, ma si potrà anche assistere all'esibizione della Fucileria Schützen, ammirare la festosa banda comunale di Caderzone e giocare alla tombola con la comunità montana.
Dall'inizio alla fine ci saranno mercatini artigianali, enogastronomici, biologici e d'antiquariato che affiancheranno quelli allestiti dai bambini. Una parete di roccia artificiale Rock Spot aspetta i più coraggiosi per un'arrampicata, mentre i meno sportivi potranno imparare come si spegne un incendio in collaborazione con «Cea estintori» oppure andare alla mostra fotografica di Giorgio Rocca in via Sebenico. Dalle ore 15, sia oggi sia domani partiranno i giochi di montagna, mentre alle 18 di domani saranno tutti invitati all'accensione del grande albero alto 15 metri nel cuore di piazza Minniti. Oltre ai tanti gazebo rappresentativi di aziende d'eccellenza, ci sarà un'area ristorante. Tutta la manifestazione coprirà una superficie di circa 2mila mq, costellata da più di trecento alberi appena piantati. Il programma degli eventi è sul sito www.bottegheisola.it.
«Il nostro intento è creare un nuovo concetto della festa di quartiere, puntando su un'immagine coordinata fra commercianti e abitanti, restituendo loro il marciapiede ma in modo decisamente organizzato» afferma Domenico Di Marzo, presidente di «BottegheIsola». L'obiettivo del «mercato educato» potrà suonare strano, ma è davvero una bella scommessa.
Niente a che fare quindi con le polemiche degli abusivi, con la merce contraffatta e con i problemi di ordine pubblico. Stavolta non ci sarà nessuna battaglia per conquistare un’are dove esporre la propria merce, non ci saranno sit-in né polizia. Solo bancarelle natalizie e tradizione. «Solo» divertimento e degustazione di specialità tipiche.