Bancarotta per gli Halfon

Sono state eseguite ieri mattina, dal nucleo operativo dei carabinieri, tre ordinanze di custodia cautelare agli arresti domiciliari nei confronti dei fratelli David, Silvio e Roberto Halfon, tre imprenditori romani ritenuti responsabili di più reati di bancarotta fraudolenta commessi a seguito del fallimento di alcune società riconducibili al gruppo imprenditoriale di famiglia operante nel settore della produzione e commercializzazione di prodotti di abbigliamento. I fatti contestati riguardano reati commessi nel periodo 1997-2003 nell’ambito del fallimento delle società Victor srl, Prima Casa srl, Bari Uno srl, e Ancona Uno srl, riconducibili al gruppo Halfon, con uno stato passivo stimato di circa 25 milioni di euro. Gli indagati avevano messo a punto un sistema di «scatole cinesi».