Banche nel mirino: cinque rapine in quattro ore

Cinque rapine in banca - tutte nello stesso giorno e nel giro di poco meno di quattro ore - è una specie di ecatombe per le forze dell’ordine cittadine. Anche se la città in questione è Milano. E a Milano certe cose che altrove assumerebbero le fattezze del fenomeno smisurato e inquietante, talvolta rientrano più o meno nella normalità delle casistiche.
Qualcuno ieri ha ipotizzato che, vista la vicinanza delle zone dove sono stati messi a segno i colpi, l’autore potrebbe essere sempre lo stesso. Ma gli investigatori non confermano.
Il primo colpo è delle 11.20, all’«Unicredit» di viale Abruzzi 42. Dove un uomo, descritto dai presenti come un tipo dalla pelle scura, dopo aver minacciato i cassieri è riuscito a portarsi via ben 10mila euro.
Stesso istituto di credito, dieci minuti dopo, ma in via Amadeo (Città Studi). L’appariscente rapinatore - indossava una tuta nera a strisce gialle - si è recato subito nell’ufficio del direttore e, minacciandolo con un taglierino, gli ha ordinato di dire ai cassieri di consegnare nelle sue mani tutto il denaro che custodivano lì in quel momento. Una cifra che resta tuttora imprecisata.
Sempre dieci minuti dopo (ore 11.35) è toccata alla terza agenzia «Unicredit», quella di via Casoretto (zona Loreto). Un venticinquenne dall’accento meridionale, sempre armato di taglierino, ha intimato ai due cassieri presenti in quel momento in banca di dargli denaro. Ed è scappato con 2500 euro.
Alle 13.10, sempre in zona, all’angolo tra viale Abruzzi e una stradina privata, via Majella - ma stavolta in una sede del «Monte dei Paschi di Siena», un italiano sui 25-30 anni, anche lui servendosi di un taglierino, si è fatto consegnare 8mila euro. In tutti questi casi è intervenuta la polizia. L’ultima rapina in banca della giornata - avvenuta alle 15 alla Bpm all’angolo tra via Pier della Francesca e via Castelvetro - è stata seguita dai carabinieri. Che ora cercano un italiano, con il volto coperto in parte da una sciarpa che, con il taglierino si è impossessato di 5mila euro.