Le banche: presto la vendita o nuovi capitali

Ultimatum delle banche a Pagnossin: ricapitalizzazione entro fine maggio o vendita della controllata Richard Ginori. La richiesta di moratoria al 30 settembre 2006, rispetto alla scadenza originaria del febbraio scorso, del rimborso del debito residuo di 23 milioni è stata accolta dal pool di finanziamento (Antonveneta, Intesa, Unicredit e Capitalia) a patto di procedere con l’aumento di capitale entro fine mese. In caso contrario si procederà alla cessione. I tempi stringono e, secondo quanto riferisce Radiocor, il cda di Pagnossin è stato convocato per giovedì con all’ordine del giorno l’aumento di capitale da 30 milioni. Ma il cda è chiamato a esaminare anche l’offerta presentata da Starfin per la quota di controllo detenuta (il 57,9%) da Carlo Rinaldini tramite Pagnossin-Retma in Richard Ginori. La stessa Starfin vanta un diritto di prelazione.