Banche «promosse»

Goldman Sachs ha alzato i «target price» di numerosi istituti di credito italiani, lasciando al tempo stesso inviariati i giudizi. La banca d’affari americani ha portato da 4,8 a 5,3 il prezzo obiettivo di Monte dei Paschi di Siena, da 5 a 5,9 euro quello di Banca Intesa e da 12,3 a 13,7 quello di Popolare Milano. Aumentato anche il target price di Bpu (da 20,8 a 22,4 euro), Capitalia (da 7,1 a 7,5 euro), San Paolo Imi (da 16,2 a 18,8 euro), Credito Emiliano (da 11,7 a 12,2 euro) e Credito Valtellinese (da 14 a 14,8 euro).