Banche in risalita debole Luxottica

Piazza Affari conclude in rialzo una seduta nervosa dopo diversi cambi di direzione. Il Ftse Mib guadagna il 2,19%, il Ftse Italia All-Share l’1,87%. A spingere alla fine il listino in terreno positivo sono state le banche. Recupera Bpm (+8,35%). Rialzano la testa anche Ubi Banca (+8%) e Unicredit (+7,43%), quest’ultima unica italiana «overweight» per Hsbc, Intesa (+6,34%), su cui Ubs ha mantenuto un giudizio «buy», e Banco Popolare (+5,5%). Andamento contrastato per i titoli del gruppo Fiat con la spa in rialzo seppur contenuto (+1,1%), Industrial negativa (-0,09%) ed Exor al palo (+0,37%) mentre gli occhi degli investitori sono puntati sulle novità del salone di Francoforte. Tra i pochi titoli deboli, nel paniere principale, c’è Luxottica (-1,64%) con Atlantia (-1,25%), tagliata a «neutral» da Nomura. Chiusura sopra la parità anche per le principali Borse europee. Londra termina in rialzo dello 0,87%, Francoforte guadagna l'1,85% e Parigi l'1,41%. Nel listino francese riesce il rimbalzo delle banche, con Credit Agricole (+6,73%), Bnp Paribas (+7,2%) e Societe Generale (+14,96%).