Banchi di nebbia e cali di corrente: 16 voli cancellati

Sedici voli cancellati in partenza e qualche ritardo di troppo ieri mattina all’aeroporto di Fiumicino. Tutta colpa di una fitta nebbia che ha fatto la sua comparsa poco prima delle 6 e che ha avvolto l’area del litorale per oltre tre ore.
Un volo della «Malaysia Airlines», preveniente da Kuala Lumpur, che doveva atterrare alle 6 allo scalo romano, è stato fatto scendere direttamente a Malpensa, scalo di prosecuzione dopo quello di Fiumicino. Alcuni voli programmati in partenza tra le 6 e le 9, tra i quali quelli diretti a Linate, Malpensa, Torino, Catania, Palermo, Francoforte, Londra e Barcellona, hanno accusato ritardi tra i 50 e i 60 minuti, con punte anche di oltre un’ora. Ma, oltre alla nebbia, all’aeroporto Leonardo da Vinci ieri ci sono stati problemi anche al caricamento dei bagagli in partenza. La causa è stato un rallentamento nelle operazioni di scalo e del sistema automatizzato dei bagagli, denominato «Bhs», per via di alcune interruzioni di corrente a singhiozzo che si sono verificate tra le 5,30 e le 7.
A farne le spese sono stati i passeggeri del volo charter Air One diretto a Palma de Mallorca che è partito senza i bagagli a seguito, 150 in tutto.