Banchi nuovi e muri ripuliti: 62 istituti cambiano look

Banchi, sedie, lavagne nuove «di pacca». Il Comune ha investito tre milioni di euro per il restyling degli arredi in sessantadue scuole della città, bambini e ragazzi troveranno aule più belle e colorate all’inizio dell’anno. L’assessore alle Politiche sociali Mariolina Moioli, «supplente» del sindaco fino alla fine di agosto, sta coordinando la distribuzione del nuovo materiale negli istituti, il piano di concluderà nei primi giorni di settembre per permettere la ripresa ottimale delle attività scolastiche dal punto di vista organizzativo. Coinvolte, appunto, 62 strutture tra asili, scuole elementari e medie. E distribuite dal centro alla periferia.
Arredi nuovi sono stati acquistati dal Comune, ad esempio, per i nidi di via Sordello e Medardo Rosso, per le sezioni primavera di via Sant’Orsola, Palermo, Viterbo, Sant’Erlembaldo, Reni, Rovetta. Restyling anche alla materna di via Spaventa, alle elementari di via Bergognone, Fratelli Zoia, Stoppani, Paravia, alle scuole medie di via Pascal, Moscati, Orsini, Santo Spirito, Salerno, Giusti. Quello degli arredi rientra nel piano più vasto per il Diritto allo studio 2010-2011 che l’assessore Moioli e il sindaco Letizia Moratti stanno mettendo a punto per i primi di settembre, e che riguarderà non solo il miglioramento delle strutture ma anche l’offerta dei buoni libro, trasporti scolastici e interventi a favore degli alunni disabili.
É partito quest’estate ma si concluderà invece nell’arco dei prossimi due anni il progetto straordinario di manutenzione degli edifici su cui Palazzo Marino ha investito trenta milioni di euro. Si tratta di interventi di messa a norma degli impianti, restyling delle palestre, impermeabilizzazione dei tetti. Le operazioni, coordinate dalla Moioli e dall’assessore ai Lavori pubblici Bruno Simini insieme ai dirigenti scolastici per programmare insieme gli interventi e ridurre al minimo l’impatto sulle lezioni durante l’anno in corso, sono partite dalla zona 9 e interesseranno via via tutte le altre. Predisposte anche convenzioni e contributi alle scuole per piccoli interventi di sistemazione nel caso di guasti, da effettuarsi nel più breve tempo possibile.