Banco Popolare corre

Piazza Affari, tra le migliori in Europa, ha chiuso con un modesto attivo (gli indici guadagnano lo 0,1%), con scambi che sono rimasti sulle medie degli ultimi giorni (4,4 miliardi). Protagonista di nuovo il comparto bancario e, in particolare, la quotazione del nuovo titolo Banco popolare (più 3,3%) derivante dalla fusione tra Pop. Verona e Bpi. Sempre nel settore bancario, ancora «sofferenza» per Italease (meno 7,9%), per le nuove esposizioni nel settore dei derivati. Tono sostenuto per gli energetici, con le Saipem a un nuovo massimo storico; bene le Fiat e sostenute le Impregilo (più 3,1%) all’esordio nell’indice S&P/Mib. Crollo di Parmalat (meno 4,4%). L’incertezza non frena l’afflusso di nuove reclute sul mercato. Da oggi sull’Expandi farà il suo esordio il titolo Pramac (produzione del gruppi elettrogeni), mentre ieri si è avuto il road show di Diasorin (diagnostica in vitro) e Cape Live (investment company).