«Banco Popolare tornerà all’utile da quest’anno»

L’assemblea dei soci del Banco Popolare ha approvato a larga maggioranza il bilancio del 2008, chiuso con una perdita di 333,4 milioni: su 5.735 votanti si sono espressi favorevolmente in 5.614 (84 i contrari e 37 gli astenuti). Ma già quest’anno la superpopolare veronese potrà chiudere con un risultato in utile, ha promesso l’amministratore delegato Pierfrancesco Saviotti.
«Lodi è la nostra punta di diamante - ha proseguito Saviotti - per fare gli utili che questo Banco deve fare. Non appena Lodi sarà a regime ce la faremo. In tempi non biblici questa banca darà il contributo che deve dare: abbiamo cambiato management, e personalmente seguirò forse più Lodi di altre banche del territorio che sono messe meglio». Il prossimo anno, ha concluso il banchiere, Bpl farà profitti. «Innocenzi non farà shopping sulla rete: è una brava persona, equilibrata», ha affermato Saviotti rispondendo ai giornalisti che gli chiedevano se avesse timori di “acquisizioni” di manager da parte dell’ex consigliere delegato dell’istituto passato alla banca dei Territori di Intesa Sanpaolo.
Il presidente del Banco Carlo Fratta Pasini, è stato invece criticato perché ritenuto responsabile da numerosi soci di avere “protetto” l’operato dell’ex ad Fabio Innocenzi, da molti ritenuto principale responsabile del bilancio in rosso che ha caratterizzato il 2008 del Banco.