La banda degli appartamenti sfonda la sbarra del casello e fugge

Inseguimento tra carabinieri e malviventi in autostrada con fuga dei banditi che, ad un certo punto, sono riusciti ad abbandonare il veicolo e a fuggire a piedi, facendo perdere le loro tracce. È accaduto l’altra notte quando due uomini, che sono rimasti non identificati ma che viaggiavano su una Bmw modello Z4, verso le 4,30 non si sono fermati ad un posto di blocco dei carabinieri in via Buranello, a Sampierdarena, e sono fuggiti inseguiti dai militari. Dirigendosi verso ponente, i due si sono diretti verso il casello autostradale di Genova Aeroporto dove sono entrati in autostrada sfondando la sbarra d’ingresso. Da qui hanno proseguito per alcuni chilometri prima di abbandonare l’auto in mezzo all’autostrada e fuggire poi a piedi, dilenguandosi lungo una scarpata. Dal momento che l’auto si trovava a luci spente sulla corsia dell’autostrada, i carabinieri sono dovuti intervenire per mettere in sicurezza l’auto e impedire un eventuale incidente. I due ne hanno quindi approfittato per mettersi in salvo.
I malviventi erano probabilmente ladri professionisti. A bordo dell’auto, che è stata abbandonata nel mezzo della corsia di marcia, i carabinieri hanno rivenuto un kit completo di utensili per scassinare porte, finestre e saracinesche. L’automobile, risultata rubata ad un imprenditore di Albenga lo scorso 24 agosto, è stata oggetto dei rilievi tecnici del caso per risalire alle impronte digitali degli occupanti che sono riusciti a dileguarsi. Le ricerche da parte dei militari sono ancora in corso. I carabinieri non escludono che i due possano aver fatto parte a una banda della zona che vive prevalentemente di furti in abitazioni. È quindi probabile che l’intervento dei carabinieri abbia sventato un furto che i due uomini avevano in mente di mettere a segno proprio nella giornata di ieri.