Banda Larga, profumo di ottoni in città

Riportare in auge una tradizione che a Milano esiste da più di 150 anni. Ecco l’idea e la sfida dell'assessorato alla cultura della Provincia di Milano, guidato da Daniela Benelli, che quest’anno ha dato il via alla prima edizione di Banda Larga, una rassegna, da maggio a ottobre, di concerti di corpi bandistici in circa 70 comuni del milanese. «E' sempre viva la passione per le bande, grazie all'inserimento di numerosi giovani. Tuttavia quello che si perde è il contributo delle istituzioni e dei fondi», fa sapere Carlo Monguzzi, presidente dell'Anbima, associazione nazionale bande italiane musicali autonome, che ha collaborato alla organizzazione. La rassegna toccherà Milano domani, a partire dalle 16 ( ingresso libero , info tel 02 7740 6329) al gazebo dei Giardini Indro Montanelli.
Ad esibirsi saranno il Corpo Bandistico «Santa Margherita» di Paina di Giussano e il Corpo musicale «Santa Cecilia» di Lazzate: «Abbiamo scelto quel gazebo perché non venisse dimenticato: e pensare che i gazebo nei parchi un tempo servivano proprio per i concerti delle bande». Banda Larga è già passata in città a maggio, per l'inaugurazione al Teatro Dal Verme: i prossimi appuntamenti saranno il 7 e il 21 settembre. Nel frattempo, mille altri concerti in tutta la provincia: «Prima dello show c'è sempre una sfilata. Poi è il momento dell'esibizione, che dura circa 1 ora e 15 minuti e coinvolge due bande. «A chiudere sarà l'immancabile Inno di Mameli», annuncia Carlo Monguzzi, «Banda Larga ha un così lungo calendario anche per avere una maggiore visibilità. E il pubblico - conclude Monguzzi - ha risposto bene con una grandiosa affluenza. Speriamo che l'iniziativa abbia un seguito l'anno prossimo».
Banda Larga
domani alle 16
Giardini Montanelli