Banda Ludwig Furlan è libero Ha scontato 18 anni su 27

Il tribunale di sorveglianza di Milano ha aperto per l’ultima volta la porta della cella a Marco Furlan, uno dei due fondatori di Ludwig, la formazione neonazista che aveva rivendicato una catena di omicidi avvenuti tra il 1977 e il 1984 tra il Veneto, Milano e Monaco di Baviera. Secondo il giudice Cristina Ceffa il cinquantenne veronese ha saldato il suo conto con la giustizia dopo aver trascorso in carcere 18 dei 27 anni di condanna previsti dall sentenza passata in giudicato già dal 1991. Furlan è un uomo libero.