Banda di Robin Hood in azione ad Amburgo «per sfamare i poveri»

La polizia: «Sono anarchici». Non risulta che distribuiscano i prodotti rubati

Salvo Mazzolini

da Berlino

L’ultimo colpo lo hanno fatto ad Amburgo. Mascherati e armati di coltelli e pistole si sono presentati in un supermercato di lusso e in pochi minuti si sono portati via ogni ben di Dio: champagne, caviale, vini e liquori pregiati, salmoni surgelati, più tutti i contanti in cassa.
Una rapina come tante? Non proprio. Intanto i rapinatori, tra cui alcune ragazze, erano tutti travestiti con abiti carnevaleschi, chi da gatto, chi da topo, chi da fatina o da reuccio con scettro, mantello e corona. Eppoi erano tutti gentilissimi tanto che prima di andarsene hanno regalato un bacio e un mazzo di fiori alla cassiera. E si sono fatti persino delle fotografie davanti all’ingresso del supermercato. Ma ciò che più li caratterizza è il messaggio che, come sempre, hanno rivolto agli astanti, indecisi se ridere o avere paura: «Siamo gli Sponti e se non ci fossimo noi per molti sarebbe impossibile sopravvivere in questa città di miliardari».
Da un po’ di tempo gli Sponti sono diventati l’incubo della polizia tedesca. I giornali popolari li chiamano «i nuovi Robin Hood» perché dai loro modi allegri e cortesi e dalle loro parole si ipotizza che lo scopo della banda sia di rubare ai ricchi per distribuire il bottino ai poveri. Un’ipotesi che per il momento è confermata solo a metà. Non risulta infatti che nei quartieri poveri si sia mai presentato qualcuno distribuendo gratuitamente champagne, caviale e le altre «delikatessen» rubate. Però è vero che come Robin Hood gli Sponti colpiscono unicamente i ricchi. Memorabile un loro colpo, alcuni mesi fa, in un esclusivo ristorante di Blankenese, il quartiere chic di Amburgo, dove una sera gli Sponti si presentarono improvvisamente addobbati nei loro costumi pagliacceschi e dopo aver rivolto alla clientela il consueto proclama filantropico fecero incetta di cibi e bevande. E poiché il locale è frequentato da gente che conta, la polizia si mobilitò alla grande, bloccò le strade e ordinò agli elicotteri di sorvolare il quartiere. Ma dei rapinatori burloni neppure una traccia. Secondo il capo della polizia di Amburgo, Bodo Franz, gli Sponti hanno colpito negli ultimi tre anni una decina di volte. I loro bersagli sono sempre o supermercati nei quartieri ricchi o ristoranti di lusso. Le loro imprese, però, sono sempre distanziate nel tempo e questo rende più difficile la caccia. Chi sono? Molto probabilmente, secondo la polizia, si tratta di elementi anarchici con un forte gusto per la goliardia perché, stando alle testimonianze, durante le loro apparizioni danno l’impressione di divertirsi. Forse non sono dei Robin Hood come vogliono far credere: certamente sono dei buongustai.