Banda di slavi assalta l’Autogrill Sparatoria e terrore fra i clienti

Michele Perla

Ci avevano già provato a metà luglio, ma erano dovuti scappare a mani vuote. Così l’altra notte, un commando composto da quattro malviventi slavi, ha tentato il colpo grosso armati di tutto punto, bloccando a Lainate l’ingresso dell’area di servizio Villoresi Ovest sulla Milano Laghi con un grosso camion, e prendendo d’assalto l’autogrill con un mezzo meccanico. Obiettivo: asportare la cassaforte dove era custodito l’incasso della giornata; e pur di mettere le mani sul malloppo non hanno esitato a seminare il panico, sparando diversi colpi di pistola e facendo temere il peggio. Soprattutto quando, messa in allarme da alcuni automobilisti, sul posto è piombata un’auto della Polstrada.
Una notte di paura, tra domenica e lunedì che poteva finire in tragedia. Tutto inizia poco dopo le tre.
Un bandito pone il camion di traverso all’ingresso, impedendo l’ingresso agli automobilisti; un altro piomba nell’area di rifornimento dalla direzione opposta.
Gli altri due banditi arrivano dai campi a bordo di un muletto, usato come ariete per sfondare la vetrina ed imbracare la cassaforte. Gli addetti alle pompe vengono rinchiusi nell’autogrill; un paio di automobilisti invece riescono a fuggire prima del crepitio delle pistole. Sfondata la vetrina i banditi arraffano il danaro delle casse, in tutto 3000 euro e poi tentano di agganciare la cassaforte. Ma, mentre sono intenti all’opera di rimozione avvertono il suono delle sirene della Polstrada, sempre più vicino. Per un soffio hanno evitato la cattura.