La bandiera d'Israelemacchiata di sangueMa perché è ancora lì?

Da sabato mattina, la bandiera di Israele appesa nella centralissima via Dante è imbrattata di vernice rossa. Un oltraggio sotto gli occhi di turisti e passanti

Basta passeggiare nella centralissima via Dante di Milano, in direzione del Castello Sforzesco e alzare lo sguardo per accorgersi dell'oltraggio sulla bandiera di Israele. Macchie di vernice rossa imbrattano il drappo bianco e blu con la stella di David al centro. Sulla strada sono presenti le bandiere dei 70 paesi che parteciperanno all'Expo 2015. Ma l'unica a essere macchiata è quella di Israele. 

"Spregevole l’oltraggio che qualcuno si è permesso di fare contro la bandiera di Israele esposta, insieme a tante altre, in via Dante", ha affermato Ruggero Gabbai, presidente della Commissione Expo 2015, che poi ha assicurato: "Farò in modo che le bandiere di tutti i paesi vengano rispettate e quella dello Stato d’Israele ripulita o rimpiazzata al più presto".

L’imbrattamento della bandiera, riferiscono dal 113, è stato segnalato alle 4.30 del mattino di sabato 21 gennaio. Si tratta di piccole macchie di vernice rossa, nella parte bassa del vessillo, spruzzate da ignoti, forse con una di quei fucili che sparano pallottole di vernice.

Al momento non c'è stata  nessuna rivendicazione del gesto vandalico, così come da sabato, la bandiera è ancora lì, oltraggiata e macchiata, sotto gli occhi di turisti e passanti. Il tutto quando venerdì prossimo verrà celebrata la giornata della memoria in ricordo delle vittime dell’Olocausto.