Banditi aspettano 40 minuti per rapinare la cassaforte

Per rapinare la banca non hanno usato la classica pistola e tanto meno un mitra. In due contro sei, hanno neutralizzato le vittime con un piccolo taglierino. Gli ostaggi sono stati buoni, buoni. E soprattutto zitti per quaranta minuti. Il tempo che la cassaforte temporizzata si aprisse. Il colpo, inizia alle 9,15 di ieri mattina. I rapinatori, fanno incursione nella filiale della Banca di Brescia, in via Tripoli, 3 al quartiere Villaggio Ambrosiano di Paderno Dugnano. Sono a volto scoperto. Una volta dentro uno dei balordi punta l’arma contro la cassiera e il direttore, 50 anni, residente a Carate Brianza. Che però sono costretti a spiegare che la cassaforte si sarebbe aperta solo dopo 40 minuti. A questo punto, i malviventi, entrambi italiani, uno sulla cinquantina, l’altro sui trenta, hanno preteso di chiudere la banca. Nessuno trova il coraggio per reagire. Nessuno, è tanto intrepido da far scattare l’allarme. Dopo quasi tre quarti d’ora, il portellone della cassa blindata si apre. I rapinatori arraffano 54mila euro e le infilano nella borsetta di un’impiegata e fuggono.