Bando per lo sport dei piccoli: calcio d’inizio

Per ottenere i 500mila euro, le società dovranno inviare le domande entro il 16 giugno

Un bando da 500mila euro che verranno messe a disposizione dal Comune per finanziare i club e le iniziative sportive legate all’infanzia, o meglio ai tesserati di società fino a 13 anni. A partire dal 7 giugno fino al 16 dello stesso mese, i rappresentanti legali delle associazioni iscritte al Coni potranno partecipare al bando ritirando i moduli presso gli uffici dell’assessorato allo Sport e Giovani di via Marconi 2, aperti a orario continuato dal lunedì al venerdì dalle 8,30 alle 16,30. La cifra è molto alta e darà la possibilità alle società sportive milanesi di sostenere le loro attività ricevendo per ogni bambino una quota di 40 euro.
Una grande iniziativa promossa da Aldo Brandirali, assessore allo Sport e Giovani, anche se non tutte le Federazioni Sportive Nazionali potranno usufruire della somma. Infatti i 40 euro verranno erogati per un massimo di 200 bambini e i fondi verranno distribuiti fino a esaurimento, «premiando» coloro che hanno compilato per primi i moduli di partecipazione al concorso. Un ulteriore elemento di selezione sono i criteri richiesti dal Comune per partecipare al bando.
Per l’assegnazione dei fondi i bambini appartenenti alle società sportive non devono essere nati dopo il primo gennaio 1993, devono essere iscritti a un’attività sportiva da almeno sei mesi a partire dal 31 gennaio 2005 e la retta a carico delle loro famiglie deve essere compresa fra i 50 e i 400 euro annui. La richiesta dovrà essere consegnata a mano su un plico con la scritta: «Avviso pubblico per la concessione di contributi a favore di società, associazioni ed altri organismi sportivi senza fine di lucro per attività di tipo continuativo». Parole chiare e requisiti tassativi per un’iniziativa importante a proposito della quale, mesi fa, Aldo Brandirali, aveva ringraziato la maggioranza e l’opposizione di Palazzo Marino che avevano0 beneficiato l’assessorato di un aumento di finanziamento, rilevando quanto l’attenzione dell’amministrazione comunale verso lo sport fosse sensibilmente aumentata».

Annunci

Altri articoli