Banesto in luce a Madrid

Dopo aver sostenuto i listini azionari delle due rive dell’Atlantico, New York, che in settimana ha segnato nuovi record degli ultimi cinque anni, ha ieri ritracciato, con gli indici principali che accusano lievi correzioni. La notizia della rottura delle trattative tra General Motors e Renault-Nissan, ha favorito quest’ultima, con la quotazione in crescita del 2,25, mentre a Tokio è balzata del 2,2%. Sulla piazza Usa venerdì nero per Micron, che arretra del 10%, all’annuncio della riduzione degli utili nell’ultimo trimestre. Il fallito merger di Intel con Nvidia, ha premiato quest’ultima che cresce del 2,6%, mentre Intel accusa una flessione del 2,2%. In Europa i rumors di trattative tra le spagnole Banesto e Santander ha vivacizzato i due titoli che a Madrid guadagnano l’8 e l’1,5%. A Londra si è in attesa della quotazione del colosso russo dell’acciaio Severstal; irregolare il listino, con toni dimessi per i minerari, mentre l’utility Severn Trent guadagna il 3,5%.