Bankitalia, Fazio resiste e non si dimette

Vertice di maggioranza per affrontare il caso Fazio dopo la bufera che si è scatenata per le intercettazioni telefoniche fra il Governatore di Bankitalia e Gianpiero Fiorani, il numero uno della Banca popolare italiana. Fazio sembra intenzionato a resistere e a non lasciare l’incarico. Oggi il ministro Siniscalco presenterà la sua relazione sulla vicenda. Sulle intercettazioni interviene anche il garante della Privacy che in una intervista al Giornale afferma: «La legge va cambiata». Secondo il garante in Italia ci sono troppi apparecchi telefonici sotto controllo. Un lavoro che ha comportato una spesa vicina ai 300 milioni solo nel 2004.