Bankitalia revoca il sì ad Antonveneta

da Roma

La Banca d’Italia ha avviato la procedura per revocare l’autorizzazione alla Banca popolare italiana per l’acquisizione del controllo di Antonveneta. Via Nazionale «valuterà anche eventuali misure sanzionatorie» nei confronti della banca lodigiana, in un primo tempo autorizzata all’offerta di acquisto.
«Tenuto conto dei provvedimenti dell’Autorità giudiziaria relativamente all’operazione di acquisizione del controllo dell’Antonveneta da parte della banca popolare italiana - si legge nella nota di Palazzo Koch -, e dei più recenti sviluppi, considerato quanto emerso dagli accertamenti ispettivi presso la Popolare successivamente al rilascio dell’autorizzazione al controllo, la Banca d’Italia ha avviato la procedura per la revoca dell’autorizzazione stessa».
«L’istruttoria - prosegue il comunicato della banca centrale - si è sviluppata con frequenti contatti con la Consob. Sono inoltre in corso procedure per la valutazione delle eventuali misure sanzionatorie». La decisione è stata comunicata alla Banca popolare italiana con una lettera datata 27 settembre, riferisce la stessa Bpi. È proprio il via libera della Banca d’Italia all’opa su Antonveneta al centro delle indagini della magistratura, che ha lungamente ascoltato i due dirigenti della Vigilanza che, sull’autorizzazione, avevano espresso parere negativo.