Bankitalia riformata, ora tocca a Fazio

Un mandato che duri al massimo sette anni e nessun limite di età per chi ricopra la carica di governatore della Banca d'Italia. È quanto previsto dall'emendamento al disegno di legge sulla riforma del risparmio approvato all'unanimità dal governo, che include la riforma dell'istituto di credito centrale. La riforma però dovrebbe partire dal governatore successivo all'attuale Antonio Fazio. Berlusconi rivolgendosi a Fazio ha detto di augurarsi che lui agisca secondo coscienza. Tra le novità modificata la composizione azionaria: i privati non avranno più quote. La proprietà passerà allo Stato. Soddisfatta anche la Lega Nord. Il ministro Buttiglione, in un’intervista al Giornale, spiega che si tratta di una «soluzione equilibrata» e che «ora ci sarà molta più trasparenza».